Kelly è stata trovata sul ciglio di una strada, agonizzante. Aveva il bacino fratturato, forse per essere stata investita, o forse… presa a calci. Le volontarie che l’hanno soccorsa dandole le prime cure, mi hanno chiesto se potevo prendermi cura di lei, adottandola. Ho detto subito di sì e il giorno stesso me l’hanno portata a casa in una cesta, avvolta in un plaid rosa, che conservo ancora. Non camminava e pochi giorni dopo l’abbiamo dovuta operare d’urgenza perché nel frattempo abbiamo scoperto che era incinta ma i suoi cuccioli erano morti ed aveva contratto una brutta infezione. Sono state giornate terribili ma per fortuna Kelly si è ripresa alla grande. Le è rimasta una zampetta più corta ma corre e saltella lo stesso: la sua voglia di vivere e la sua dolcezza sono la sua forza.

Kelly è un cane intelligentissimo ed ha un senso di gratitudine incredibile nei miei confronti. Ha capito che l’ho aiutata a guarire e mi ricambia con un amore infinito. Non mi lascia mai. Mai. È sempre con me, o meglio, in braccio a me: quando mangio, guido (sshhh non ditelo in giro sennò mi fanno la multa) o quando lavoro. La porto ovunque io vada. Siamo inseparabili, e felici.

Manu